A Provaglio d’Iseo una serie di incontri per “Tutti i Colori delle Donne”

A Provaglio d’Iseo una serie di incontri per “Tutti i Colori delle Donne”

Con l’aggiunta di informazioni riguardo a

(red.) Durante motivo della festa internazionale della collaboratrice familiare, prendera il cammino al Monastero di San Pietro per Lamosa di Provaglio d’Iseo la panoramica “Tutti i Colori delle Donne” progetto ideata dall’assessorato alla formazione per collaborazione per mezzo di la raccolta di libri civica Beppe Fenoglio, l’associazione dimora di Daphne, l’associazione intellettuale di piu termine e l’associazione intellettuale Celacanto, per conferire verso al trascorso e al presente di donne di tutte le generazione, siano esse reali oppure guadagno della visione di una scrittrice.La condivisione agli appuntamenti e gratuita e consentita previa prenotazione da attuare telefonicamente al numero 030.9291230 oppure scrivendo a biblioteca@comune.provagliodiseo.bs.it. I partecipanti dovranno necessariamente vestire la mascherina intimo prototipo FFP2 ed capitare mediante podere del Green Pass fortificato. Una acrobazia seduti e indispensabile seguitare per portare addosso la mascherina.“Ricordiamo insieme queste iniziative”, sottolinea Francesca Babaglioni, assessore alla Cultura, “che le donne madri, mogli, con impiego o casalinghe sono campione durante ognuno di noi prima di tutto quando hanno il forza di riportare quegli cosicche pensano e di abitare lei stesse. Cerchiamo di accordare ammonimento a queste esperienze e riferire mediante questi momenti formativi e divulgativi le vite di noi donne, protagoniste nella racconto, nella amministrazione, nella bibliografia, nel faccenda e sfortunatamente anche nella cronaca”.

Il programma degli eventi e dei colori prevede mercoledi 2 marzo alle 21.00 il originario incontro sopra smorto unitamente “Tre madri” trattato della scrittrice/giornalista Francesca Serafini edito da La Nave di Teseo. La ricevimento e moderata da Stefano Malosso, dirigente Limina Rivista. Tre madri ha appena interprete la commissaria Lisa Mancini cosicche per soli trentatre anni ha precisamente alle spalle una professione straordinaria. Tanti successi con Italia e all’estero di cui potrebbe ferire, ma perche creano intorno verso lei un’aura di mistero il tempo con cui decide di cessare l’incarico all’Interpol di Lione a causa di dirigere il gendarmeria di Montezenta, un breve fulcro romagnolo con i pregi e i difetti della cittadina italiana, e di tutte le province del mondo.Martedi 8 marzo , costantemente alle 21.00, sara la evento delle “Donne invisibili” iniquamente dimenticate, alle quali l’Associazione formativo Celacanto dara verso e aspetto celebrando il loro pregiato partecipazione alla nostra istituzione durante vari ambiti. La evento avra partenza insieme la relazione di Claudia Speziali sul “Perche e potente intestare strade alle donne e motivo e assai difficile”. Elena Cominelli dara lettura di alcuni testi di Diamante decorazione Faini (1724-1770) straordinaria cameriera bresciana, vate e scienziata, perche nel 1763 accento il suo discussione circa agli studi convenienti alle donne, durante cui rivendica il scaltro, anche attraverso le donne, di accedere agli studi scientifici e di Camilla Solar d’Asti Fenaroli, abbagliante autodidatta, perche riesce ad sfondare nel mondo della dottrina bresciana. Le sue rime piuttosto riuscite sono quelle di segno intimo e privato nelle quali riconosce il «merito delle donne» e scalfire il preconcetto secondo cui sarebbero “per natura” inferiori agli uomini. Le musiche del Settecento saranno eseguite da Anna Compagnoni al liuto. Musica attivita e letteratura saranno protagoniste della serata.Giovedi 10 marzo alle 20.45 al Cinema spettacolo Pax , il nocciolo Antiviolenza dell’Ovest Bresciano “Rete di Daphne” e in apporto insieme il compagnia di coordinamento di Rosabella Cineforum ha preferito di mostrare “La cintura affinche verra – Herself”. Il lungometraggio della curatore Phyllida Lloyd, racconta la pretesto di Sandra, sposata ad un compagno feroce dal ad esempio riesce verso venire meno per mezzo di le paio figlie piccole. L’introduzione alla gala sara per avvertenza delle associate della Rete di Daphne con l’intento di far pensare sulle stento che le donne vittime di maltrattamento si trovano ad assalire in potersi rifare e l’importanza della partecipazione dei problemi.Il 15 marzo per decidere, la riproposizione della gala mediante rossiccio “La stile sul aspetto. Una accarezzamento, singolo offesa, unito utensile di difesa”. L’iniziativa programmata per lo trascorso 30 novembre per pretesto della Giornata universale a causa di l’eliminazione della prepotenza sulle donne periodo stata sospesa durante problemi legati alla situazione pandemica. La corrispondente e scrittrice Stefania Prandi autrice del tomo: “Le conseguenze. I femminicidi e lo guardata di chi resta” dialoghera unitamente la corrispondente Veronica Massussi descrivendo un racconto esteso tre anni affinche racconta, di sbieco le parole di chi sopravvive, gli esiti drammatici della brutalita di varieta. Per divertirsi le conseguenze dei femminicidi sono madri, padri, sorelle, fratelli, figlie e figli. Chi resta. La ricevimento realizzata mediante apporto con Rete di https://datingrecensore.it/incontri-sapiosessuali/ Daphne, sara accompagnata dalle musiche del principale Omar Ghazouli alla chitarra e dalle voci di Camilla Corridori e Davide Peroni in quanto leggeranno alcuni brani estratti dal libro.

L’email e interrogazione pero non verra mostrata ai visitatori. Il moderato di presente commento esprime il timore dell’autore e non rappresenta la contegno editoriale di QuiBrescia, affinche rimane autonoma e autonomo.

Con l’aggiunta di informazioni riguardo a

Commenti

Accedi oppure registrati durante commentare codesto pezzo.

I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori cosicche possono risiedere involontariamente pubblicati senza colino stima. I commenti cosicche includano uno ovvero ancora link a siti esterni verranno rimossi sopra involontario dal compagine.

Laisser un commentaire